Trasformare il Business Partendo dai Dati

Si stima che entro il 2020 saranno generati ogni secondo, da ogni individuo presente sul nostro pianeta, oltre 1,7 megabyte di nuovi dati. Secondo Bernard Marr, si tratta di 44 zettabyte o 44 trilioni di gigabyte. Questo dato è emerso nella pubblicazione “Big Data: 20 Mind-Boggling Facts Everyone Must Read” (Forbes, 2015, N. 2). Marr dice inoltre che entro tre anni l’Internet of Things metterà in collegamento oltre 50 miliardi di dispositivi smart – tutti destinati alla raccolta, analisi e condivisione delle informazioni (N. 3).

Nonostante questa ampia gamma di dati sia a nostra disposizione, non riusciamo ancora a trarne i dovuti vantaggi. Ad esempio, i rivenditori potrebbero migliorare sensibilmente i loro margini di guadagno del 60%, se solo fossero in grado di sfruttare tutta la potenza dei big data (Marr, n. 18). Il settore sanitario, che è sempre sotto pressione, potrebbe raggiungere un risparmio di circa 300 miliardi di dollari l’anno solo integrando meglio i big data (Marr, n. 15). Una tipica azienda dell’elenco di Fortune 1000 potrebbe ottenere un reddito addizionale netto pari a 65 milioni di dollari se solo fosse in grado di accedere ad appena il 10% in più dei suoi dati (Marr, n. 17).

Alcune azienda hanno già capito il valore dei dati, riuscendo a sfruttarle per creare nuovi modelli commerciali, rivoluzionando e redifininendo interi mercati e il modo in cui i propri clienti pensano e si comportano. Stiamo parlando di aziende del calibro di Airbnb, Amazon e Uber. Conosciute come aziende basate sui dati, queste realtà hanno cambiato tutto – processi decisionali, invenzione di nuovi prodotti e servizi e miglioramento dei processi per raggiungere migliori risultati economici. Cosa potrebbe succedere se altre aziende seguissero il loro esempio e utilizzassero i loro dati come asset strategici e strumenti per la trasformazione?

Ottieni i white paper

Ritorna ai whitepaper